Il contesto

Il settore primario è una componente essenziale dell’economia italiana. Tra il 2012 e il 2017 si è registrata una crescita nell’occupazione dipendente in agricoltura.

1097007

LAVORATORI DIPENDENTI
IN AGRICOLTURA

275000

DIPENDENTI STRANIERI

46%

NON HA NESSUN
TITOLO DI STUDIO

Fonte: Rapporto EBAN/Nomisma

L’economia non osservata include anche il lavoro irregolare e il caporalato in agricoltura.

+400000

LAVORATORI STRANIERI
ESPOSTI A RISCHIO
DI INGAGGI IRREGOLARI

130000

LAVORATORI STRANIERI
IN GRAVE VULNERABILITÁ

37%

LAVORO IRREGOLARE
NEL SETTORE AGRICOLO

Fonte: Rapporto Agromafie FLAI-CGIL

La filiera nel settore agroindustriale presenta una asimmetria tra il potere di contrattazione del produttore agricolo e quello degli altri soggetti della catena, ad esempio la Grande Distribuzione.

7160

ISPEZIONI EFFETTUATE NEL 2018 SULLE ATTIVITÁ IMPRENDITORIALI AGRICOLE

74%

DEI CONSUMI È CONTROLLATO DALLA GDO

Fonte: Area Studi MedioBanca; Ispettorato Nazionale del lavoro

Le opportunità normative

LEGGE SUL CAPORALATO

ha esteso responsabilità e sanzioni per i caporali e gli imprenditori che fanno ricorso a intermediazione illecita di manodopera

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

RIFORMA DEL TERZO SETTORE

ha esplicitato la volontà di valorizzare il processo di crescita e di occupazione, in favore di nuove esperienze di economia sociale

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali